6 Maggio 2019
Tuttofood, inaugurazione con la mostra sul falso Made in Italy nel piatto

Da sinistra, a Tuttofood a Milano il presidente Voltini, il ministro Centinaio, il presidente Rota e i direttori Benedetti e Gallizioli

Sale ad oltre 100 miliardi di euro il valore del falso Made in Italy agroalimentare nel mondo, con un aumento record del 70% nel corso dell'ultimo decennio, per effetto della pirateria internazionale che utilizza impropriamente parole, colori, località, immagini, denominazioni e ricette che rimandano all'Italia per alimenti taroccati che non hanno nulla a che fare con il sistema produttivo nazionale.

E' quanto emerge dall'analisi Coldiretti e Filiera Italia in occasione dell'apertura di Tuttofood, la World Food Exibition che si svolge alla Fiera di Milano fino al 9 maggio, con le due organizzazioni presenti in uno spazio innovativo nel Padiglione 1 - Stand A02 - B01 dove sono smascherati gli ultimi casi più eclatanti di falso Made in Italy a tavola, con l'anteprima della mostra su "L'inganno del falso Made in Italy nel piatto".

All’apertura della rassegna milanese c’erano anche i vertici di Coldiretti Lombardia e Coldiretti Milano, Lodi e Monza Brianza, guidati rispettivamente dai presidenti Paolo Voltini e Alessandro Rota.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi