22 Settembre 2010
Lombardia – Parte la raccolta nella culla del riso, le prime stime indicano un calo del 20 per cento

Riso, cala la produzione. A una settimana dall’inizio della trebbiatura, che per adesso ha coinvolto circa un quinto dei terreni coltivati, arrivano le prime indicazioni sulle rese nella provincia di Pavia, colonna lombarda e nazionale del quadrilatero del riso italiano insieme a Novara, Vercelli e Milano. Per le varietà Arborio, Volano e Sant’Andrea si stima, per adesso, un calo di produzione anche del 20 per cento. Stesso trend per il Balilla, uno dei più diffusi in Lomellina con oltre 26 mila ettari sui 55 mila dei risi “tondi”. La diminuzione delle rese sembra essere stata influenzata sia dagli sbalzi termici di fine agosto che da alcune grandinate che si sono abbattute sui campi.

Fra Milano e Lodi, dove il Carnaroli è una delle varietà principali, la trebbiatura non è ancora iniziata a pieno ritmo e quindi le prime stime sulle rese si avranno dalla settimana prossima.

La Lombardia rappresenta quasi il 40 per cento del riso italiano con oltre 106 mila ettari coltivati fra Pavia, Milano e Lodi su un totale di 247 mila ettari. Il resto si trova per la maggior parte (oltre 122 mila ettari) in Piemonte nelle aree di Novara, Vercelli, Alessandria, Torino, Biella e Cuneo.

Pavia è la prima provincia europea per superficie e produzione con quasi 85mila ettari e 1.656 produttori distribuiti tra Pavese e Lomellina. Milano conta oltre 13.550 ettari e quasi duemila ci sono in provincia di Lodi.

(22/09/2010)

Fabio Bonaccorso comunicazione.lombardia@coldiretti.it 347/0599454

Formazione 2020, aggiornamento fattoria didattica

CALENDARIO LEZIONI E MODULO ISCRIZIONE

Fiori e piante a casa tua

FIORI E PIANTE A CASA TUA

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi