4 Settembre 2020
Agriturismi, sul Lario un’estate in chiaroscuro

COMO-LECCO – Un’estate che ha cambiato il volto del turismo sul lago di Como: meno stranieri, molti meno soprattutto nei mesi di inizio estate, ma controbilanciati da una maggior presenza di italiani, che però hanno ridotto i giorni di permanenza. “Soffrono” più le strutture dei territori più vicini alla frontiera svizzera, mentre sul lago si registrano numeri più confortanti, anche se caratterizzati di ampi rimbalzi tra i giorni infrasettimanali ed il weekend.

Questa la fotografia scattata da Coldiretti Como e riferita al turismo dell’estate 2020 in agriturismo, frutto di un’indagine condotta nelle strutture lariane associate a Terranostra: un quadro abbastanza eterogeneo, che vede però un calo più marcato per le strutture più vicine al confine svizzero: qui il calo ha toccato punte del 70%.

Più contenuto, invece, il bilancio nelle strutture delle alture e valli che affacciano sul lago di Como: diversi stranieri in meno, ma diversi italiani in più, specialmente lombardi. Una vacanza a corto raggio, quindi, che ha confermato le aspettative di crescita per il cosiddetto “turismo di prossimità”, che quest’anno ha peraltro mostrato attenzione particolare per i piatti tipici con gli ingredienti a filiera corta, come la “polenta uncia” che ha spopolato anche in estate.

I timori degli operatori non sono finiti: “Purtroppo continuiamo a vivere nell’incertezza, la curva di risalita del Covid ovviamente non ci tranquillizza e mette in predicato le prenotazioni a lungo termine, già confermate ad esempio per ottobre. Possono essere cancellate, anche all'ultimo momento” commenta Emanuele Bonfiglio, presidente di Terranostra Como Lecco e titolare dell’agriturismo Al Marnich di Schignano.

Un’estate sottotono, particolarmente nei giorni infrasettimanali: con l’emergenza sanitaria quest’anno – sottolinea la Coldiretti lariana - si si è peraltro rafforzata l’abitudine tutta nazionale a concentrare le partenze nel mese di agosto che è di gran lunga il più gettonato dell’estate ma anche quello che fa segnare il calo minore delle presenze nazionali dopo il crollo del 54% a giugno e del 23% a luglio. Il timore del virus e la volontà di attendere un miglioramento della situazione ha portato, infatti, molti turisti a rimandare il più possibile la partenza.

L’Italia quest’anno è stata di gran lunga la destinazione preferita che – continua la Coldiretti – è scelta come meta da oltre il 90% rispetto all’86% dello scorso anno. A confermare l’indagine, anche il fatto che circa un italiano su quattro ha scelto una destinazione vicino casa, all’interno della propria regione di residenza: ciò facendo crescere il turismo tra lago e montagna e quello di prossimità con la riscoperta dei piccoli borghi e dei centri minori nelle campagne italiane, in alternativa alle destinazioni turistiche più battute, mentre crollano le presenze nelle città.

Tra gli svaghi preferiti infatti accanto ad arte, tradizione, relax e puro divertimento, la ricerca del cibo e il vino locali è diventata il vero valore aggiunto delle vacanze Made in Italy nel 2020 con circa 1/3 del budget destinato proprio all’alimentazione per consumi al ristorante o per l’acquisto di souvenir. L’Italia è leader mondiale incontrastato nel turismo enogastronomico grazie al primato dell’agricoltura più green d’Europa con 304 specialità ad indicazione geografica riconosciute a livello comunitario e 415 vini Doc/Docg, 5155 prodotti tradizionali regionali censiti lungo la Penisola, la leadership nel biologico con oltre 60mila aziende agricole biologiche e la piu’ grande rete mondiale di mercati di agricoltori e fattorie con Campagna Amica.

Formazione 2020, aggiornamento fattoria didattica

CALENDARIO LEZIONI E MODULO ISCRIZIONE

Fiori e piante a casa tua

FIORI E PIANTE A CASA TUA

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi