12 Febbraio 2021
Il Carnevale arriva all’AgriMercato con i dolci della tradizione lombarda
SONDRIO – Il Carnevale lombardo fa tappa, con l’esposizione e le ricette dei dolci valtellinesi, al Mercato di Campagna Amica domani, sabato 13 febbraio in piazza Bertacchi a Sondrio. Chiacchiere, tortelli fritti e bisciola animeranno un fine settimana “in maschera” per i mercati degli agricoltori di Campagna Amica in Lombardia, che celebrano il Carnevale con sfilate di dolci, ricette e i consigli dei cuochi contadini. A Sondrio, in particolare, ci sarà anche un angolo fiorito per ricordare la concomitanza con il giorno di San Valentino, festa degli innamorati.
Domani, in mattinata, la festa coinvolgerà l’intera regione, con i dolci di Carnevale sfileranno nei mercati coperti di Campagna Amica da Sondrio (piazza Bertacchi, fronte stazione) a Milano (in via Friuli 10/a) da Brescia (in piazzetta Cremona 12).
Sempre sabato 13 febbraio – prosegue la Coldiretti regionale – a Borgo Virgilio (MN) maschere di Carnevale in regalo per i più piccoli mentre in piazza del Carmine a Pavia saranno distribuite le ricette dei dolci della tradizione consigliate dai cuochi contadini di Coldiretti. Un’iniziativa che verrà proposta anche domenica 14 febbraio al mercato degli agricoltori di Vigevano (PV) e in quello di piazza Duomo a Voghera (PV).
A Iseo (BS) domenica 14 febbraio in programma uno show cooking per mostrare come realizzare in casa frittelle e lattughe, mentre – conclude la Coldiretti – martedì 16 febbraio a Cremona, al mercato sotto il portico del consorzio agrario, e a Cantù (CO) protagoniste le ricette della tradizione dei cuochi contadini.
La tradizione del Carnevale, è quella di una gastronomia tipica e golosa che coinvolge l’intera penisola con specialità fortemente identitarie: berlingozzi e cenci in Toscana, cicerchiata in Abruzzo, brugnolus e orillettas in Sardegna, galani in Veneto, sfrappole in Emilia Romagna, bugie in Liguria, chiacchiere in Basilicata, struffoli e sanguinaccio in Campania, crostoli in Friuli, frappe e castagnole nel Lazio, pignolata in bianco e nero in Sicilia e grostoi in Trentino, sono – sottolinea la Coldiretti – solo alcune delle specialità gastronomiche censite a livello regionale che gli italiani riscoprono nei giorni di carnevale.
E se sono numerose le panetterie e le pasticcerie che offrono la possibilità di acquisto non manca chi si dedica alla preparazione casalinga per risparmiare ma anche – sottolinea la Coldiretti – per il piacere di esprimere la propria creatività personale nella realizzazione di dolci da offrire in famiglia o a parenti ed amici.
Partendo da ricette regionali che utilizzano soprattutto ingredienti semplici come farina, zucchero, burro, miele e uova è possibile fare una ottima figura spendendo meno di cinque euro al chilo facendo anche fronte ai consumi energetici per la cottura.
La preparazione casalinga offre anche la possibilità di assicurarsi la qualità e la freschezza degli ingredienti, che fanno la differenza sul risultato finale, a partire dalle uova e dal miele che possono essere acquistati anche nei mercati degli agricoltori di Campagna Amica dove sono offerti a volte anche dolci della tradizione contadina che nulla hanno a che fare con i prodotti industriali low cost.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi