15 Gennaio 2010
NORMATIVA EMISSIONI IN ATMOSFERA: COLDIRETTI LOMBARDIA CHIEDE L’ESONERO PER LE IMPRESE AGRICOLE

Milano, 15.01.2010 – Si è tenuta ieri, 14 gennaio, presso la sala del Consiglio Regionale, una audizione della IV Commissione Attività produttive su un attuale e gravoso problema per le imprese agricole: le emissioni in atmosfera.

Il Presidente di Coldiretti Lombardia Nino Andena ha dichiarato che “Il momento dell’audizione ha rappresentato un’importante occasione per esprimere alla Regione lombardia le concrete difficoltà di applicazione delle disposizioni previste dal Testo Unico Ambientale, d.lgs. 152/06 e successive modifiche recepito dalla Regione”.

Andena ha precisato che “se si applicano i limiti di riferimento previsti saranno pochissime le imprese agricole lombarde con allevamenti o che effettuano molitura di cereali e/o attività manifatturiera, tra cui l’essicazione di prodotti agricoli, che potranno essere esonerate dalle complesse, burocratiche e costose procedure necessarie per richiedere le autorizzazioni alle immissioni in atmosfera, assurdamente ed immotivatamente omologate a quelle del settore industriale che risultano inapplicabili alle peculiarità del settore agricolo”.

 “Le nuove disposizioni – spiega Andena - non tengono conto dei cicli produttivi stagionali dell’agricoltura e gli adeguamenti prescrittivi previsti non sono tecnicamente possibili nelle attrezzature esistenti anche di nuova generazione. La nostra richiesta di esonero è quindi necessaria e motivata in quanto le attività prese in considerazione per quantità prodotte, tempi lavorativi correlati e luoghi di lavorazione hanno impatto ambientale pari a zero”.

Coldiretti Lombardia ha quindi chiesto alla Regione Lombardia azioni nei confronti del Ministero per intervenire, soprattutto oggi che sono in corso modifiche al Testo Unico, ribadendo la necessità di un esonero del settore ed anche un impegno nell’affrontare la problematica con la sinergia dei due Assessorati coinvolti, Ambiente e Agricoltura, poiché le norme ambientali non possono prescindere da un’accurata valutazione del contesto agricolo al fine di poter essere concretamente applicate.

                                                                                                          

 

Informazioni Media:

Dr. Marco Castellani - Tel. 02/97094524 - Cell. 335/5401675 

E-mail: marco.castellani@coldiretti.it

 

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi