28 Settembre 2021
Prezzo del latte, Coldiretti al tavolo regionale

“Serve un impegno comune a tutti gli operatori per arrivare urgentemente a una soluzione condivisa che garantisca una corretta remunerazione e un’equa distribuzione di valore lungo la filiera. Bisogna mettersi in gioco e fare ognuno con coraggio la propria parte. Anche le industrie di trasformazione e la grande distribuzione”. È quanto ha ribadito Paolo Voltini, presidente di Coldiretti Lombardia e Coldiretti Cremona, durante il tavolo latte convocato dall’assessore regionale all’Agricoltura, Alimentazione, Sistemi Verdi di Regione Lombardia.

Il tavolo regionale anticipa quello ministeriale, in programma il prossimo giovedì 30 settembre dopo le sollecitazioni di Coldiretti.

Settore strategico per la Lombardia

“Ringraziamo l’assessore Rolfi per questo momento di confronto su un settore strategico per il nostro agroalimentare – continua il presidente Voltini –. In Lombardia viene munto oltre il 40% del latte vaccino italiano. Un comparto da più di 5 milioni di tonnellate all’anno da cui nascono prodotti di eccellenza a partire dai grandi formaggi come il Grana e Parmigiano. Al quale si affiancano altri tesori come Taleggio, Gorgonzola, Quartirolo, Provolone Valpadana, Valtellina Casera, Bitto e Formai de Mut”.

Per gli allevamenti, situazione insostenibile

“La situazione è diventata insostenibile – continua il Presidente Voltini –. Ad oggi il prezzo riconosciuto dall’industria agli allevatori non è in linea con il prezzo di mercato. E non copre neanche i costi di produzione a fronte del rincaro dell’energia e delle materie prime alla base dell’alimentazione degli animali. Serve un accordo quadro a livello regionale, che assicuri la massima trasparenza e rappresenti una base di partenza per la definizione del prezzo nel rispetto dell’equa distribuzione di valore lungo la filiera. Bisogna agire con decisione e tempestività per salvaguardare la sostenibilità economica degli allevamenti, sottraendoli al rischio di chiusura”.

Quando una stalla chiude – conclude la Coldiretti Lombardia – si perde un intero sistema fatto di animali, di prati per il foraggio, di formaggi tipici e soprattutto di persone impegnate a combattere, spesso da intere generazioni, lo spopolamento e il degrado dei territori soprattutto in zone svantaggiate.

corso enoturismo ottobre – novembre 2021

FORMAZIONE, CORSO ENOTURISMO OTTOBRE-NOVEMBRE 2021

Digestato da biogas giornata studio

Giornata studio - Digestato da biogas: opportunità per l'agricoltura biologica

Formazione, benessere animale

CORSO SU BENESSERE ANIMALE ONLINE DAL 28/10 AL 18/11

GIORNATE PER AGRITURISMI E FATTORIE DIDATTICHE

GIORNATE PER AGRITURISMI E FATTORIE DIDATTICHE

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi