29 Maggio 2019
Porto il gusto della Lombardia, domenica 2 giugno via al nuovo AgriMercato a Porto Ceresio

VARESE – L’agricoltura lombarda approda sulla sponda varesotta del Lago di Lugano, a Porto Ceresio, dove domenica prossima debutterà il nuovo AgriMercato mensile di Coldiretti e Campagna Amica Varese, realizzato in sinergia con l’amministrazione comunale. Il nome ne sintetizza il tema e l’ampio respiro: “Porto… il gusto della Lombardia!”. Protagonisti saranno, infatti, i prodotti che valorizzano la filiera agricola lombarda, con i produttori di Coldiretti e Campagna Amica in arrivo, oltrechè dal Varesotto, anche dalle altre province: l’iniziativa vede anche la collaborazione della Società Navigazione Lago di Lugano che, per l’intero pomeriggio di domenica 2 giugno, proporrà minicrociere per tutta la famiglia sulle acque del Ceresio (al costo speciale di 3 e 5 euro).

Non solo: in occasione del taglio del nastro, previsto per le ore 11.30, saranno esposti anche i lavori degli allievi della scuola primaria di Porto Ceresio, dedicati al valore e alla comunicazione della filiera corta agroalimentare: lavori di alto valore, anche creativo, che sono stati presentati in anteprima ieri mattina in occasione della conferenza stampa che ha lanciato l’appuntamento del 2 giugno.

Molto soddisfatto il sindaco Jenny Santi, che ha creduto fortemente nel progetto di creare un AgriMercato a Porto Ceresio: “Un’iniziativa che ha un respiro transfrontaliero, in quanto si apre, come il golfo del nostro lago, naturalmente verso la Svizzera e il Luganese, appena al di là del lago, oltrechè alla sponda ticinese meridionale del Ceresio, ben collegata attraverso la via cantonale di Brusino Arsizio. A ciò va aggiunto, ovviamente, il naturale bacino d’utenza prealpino, che in realtà si estende molto più a sud grazie al collegamento diretto, via treno, tra Porto Ceresio e Milano”.

Con il sindaco, sono intervenuti alla conferenza stampa i vertici di Coldiretti Varese e Campagna Amica: in particolare Fernando Fiori, presidente della federazione provinciale, Massimo Grignani, presidente Terranostra Lombardia e Terranostra Varese, e Paolo Zanotti, presidente dell’Associazione AgriMercato di Campagna Amica. A prendere la parola, anche il rappresentante dell’autorità di bacino del Ceresio Maurizio Tumbiolo, il rappresentante della Società Navigazione Lago di Lugano Davide Bartolini, la dirigente scolastica dell’Istituto Comprensivo Fermi di Porto Ceresio Debora Bianchini.

Nel chiudere i lavori della conferenza stampa, il presidente Fiori si è rivolto in particolare proprio ai giovani allievi dell’IC Fermi, presenti per l’occasione: “Con i vostri elaborati avete centrato ed evidenziato l’importanza della filiera corta, che mette al centro il territorio e la genuinità di un cibo la cui provenienza è certa e rintracciabile. Questo è anche il valore aggiunto dei nostri AgriMercati: partiamo da qui per chiedere all’Europa di estendere questo principio di trasparenza a tutto ciò che portiamo in tavola: per questo, già dall’edizione del debutto, saremo presenti a Porto Ceresio con la raccolta di firme #stopciboanonimo che indirizzeremo all’Unione Europea”.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi