23 Novembre 2019
Dal 14 dicembre entrano in vigore le nuove norme fitosanitarie

Il 14 dicembre 2019 entrerà in vigore il Regolamento 2016/2031/UE sul nuovo regime fitosanitario europeo. Il nuovo assetto normativo è finalizzato a rafforzare la protezione delle piante e dei prodotti vegetali dagli organismi nocivi.

Quali sono le modifiche principali apportate dal nuovo contesto normativo fitosanitario?

  • Estensione dell'obbligo del passaporto fitosanitario a tutti i vegetali destinati alla piantagione. Il passaporto, che rappresenta la condizione imprescindibile per la libera circolazione delle merci nella UE, si presenterà sotto forma di etichetta apposta sull'unità di vendita (lotto), con un formato armonizzato in tutto il territorio dell’Unione.
  • Maggiori responsabilità dell'operatore professionale: gli operatori professionali autorizzati all'emissione di un passaporto delle piante dovranno controllare regolarmente lo stato di salute della propria merce e disporre delle conoscenze necessarie per identificare i segni della presenza degli organismi nocivi regolamentati dalla nuova legislazione.
  • Sistemi di tracciabilità. Ogni operatore professione che acquista o vende piante e prodotti delle piante deve registrare tutti i dati che gli consentono di identificare il fornitore o l'acquirente di ogni unità movimentata.
  • Inasprimento delle condizioni per l'importazione da Paesi terzi e controlli frontalieri rafforzati. L'importazione di materiale vegetale vivo (piante, frutta, ortaggi, fiori recisi, sementi, ecc.) da Paesi terzi è consentita unicamente se tale materiale è accompagnato da un certificato fitosanitario. Ciò vale anche per i materiali vegetali introdotti nel bagaglio dei viaggiatori.
  • Nuova catalogazione degli organismi nocivi: gli organismi nocivi delle piante sono suddivisi in quattro categorie principali al fine di una migliore definizione delle priorità delle azioni e delle misure da adottare, nonché di una migliore assegnazione delle risorse.

Gli operatori iscritti al RUP saranno trasferiti d’ufficio da parte di Regione Lombardia al Registro Ufficiale degli Operatori Professionali (RUOP).

I passaporti delle piante rilasciati prima del 14 dicembre 2019 mantengono la loro validità e accompagnano le merci fino al 14 dicembre 2023.

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi