14 Luglio 2021
Apicoltura bresciana: servono progetti per mettere in sicurezza il settore

Una primavera da dimenticare, per l'apicoltura bresciana: oltre 2 milioni di euro di danni nel mese di aprile e una situazione senza precedenti. Questo il riassunto della stagione drammatica vissuta dal miele e dalle api nella nostra provincia, con la conseguente difficoltà reddituale per gli imprenditori agricoli del settore.

“Come allevatori di api, abbiamo il dovere di sostenere e tutelare il settore - interviene Lorenzo Lorenzi presidente APAB, Associazione per apicoltura Brescia, presente sul territorio da 37 anni, con 368 soci e quasi 10.000 alveari –. Da tempo viviamo in balia di agenti climatici esterni che minacciano l’allevamento e le produzioni. E' necessario trovare sistemi di tutela, anche attraverso le assicurazioni, per darci la certezza di poter lavorare con tranquillità e con uno sguardo al futuro”.

Apicoltura bresciana: in arrivo ristori

Ben vengano, dunque, i sostegni stanziati dal governo e annunciati dall'assessore regionale all'agricoltura Fabio Rolfi: 5 milioni di euro a livello nazionale destinati proprio al settore dell'apicoltura, gravemente colpito dagli eventi calamitosi della scorsa primavera. “Un aiuto necessario in questo momento di difficoltà – precisa Edoardo Mombelli, apicoltore di Quinzano d’Oglio –. C’è bisogno di sostegno da parte delle istituzioni anche attraverso progetti a lungo respiro, per trovare soluzioni preventive al problema e dare certezze al settore, tenendo sempre in considerazione l’alta qualità delle produzioni e l’importante ruolo dell’apicoltura nell’ecosistema”.

Nel frattempo, Coldiretti sta lanciando altre proposte utili e concrete per il settore, a partire dall’accordo sottoscritto dal presidente di Coldiretti Ettore Prandini con Federforeste. “Riuscire a creare polmoni di verde, anche fiorito, nei centri urbani – conclude l’apicoltore Mombelli – è un'azione fondamentale per supportare lo sviluppo delle api, la produzione di miele e aumentare il rimboschimento delle città”.

corso enoturismo ottobre – novembre 2021

FORMAZIONE, CORSO ENOTURISMO OTTOBRE-NOVEMBRE 2021

Digestato da biogas giornata studio

Giornata studio - Digestato da biogas: opportunità per l'agricoltura biologica

Formazione, benessere animale

CORSO SU BENESSERE ANIMALE ONLINE DAL 28/10 AL 18/11

GIORNATE PER AGRITURISMI E FATTORIE DIDATTICHE

GIORNATE PER AGRITURISMI E FATTORIE DIDATTICHE

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi