25 Giugno 2010
BRESCIA, PROGETTO “COLTIVA LA SALUTE”

Il presidente Prandini: «La sicurezza in agricoltura è un valore indispensabile a tutela delle persone che operano nelle imprese agricole bresciane»

Brescia 24 giugno 2010 - Si è concluso con successo martedì 22 giugno il ciclo di incontri relativo al progetto “Coltiva la Salute”, una campagna di informazione sul tema della sicurezza nei luoghi di lavoro in termini di prevenzione e cultura imprenditoriale ideata a livello nazionale da Coldiretti e patrocinata del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali.

Un progetto fortemente voluto dal movimento Giovani Impresa Coldiretti, curato dall’ente di Formazione Coldiretti Inipa e promosso con entusiasmo da Coldiretti Brescia con il coinvolgimento attivo di oltre 70 aziende.
Al momento formativo del 3 giugno, in cui le imprese hanno potuto illustrare i principali valori della sicurezza con l’ausilio di filmati e testimonianze, si è aggiunto il secondo e importante appuntamento del 22 giugno di confronto con le istituzioni, incontro cui hanno preso parte l’assessore all’Agricoltura della Provincia di Brescia Tomasoni, l’ing. Bertolini per l’Asl di Brescia, l’ing. Granata del Comando dei Vigili del Fuoco di Brescia, il dott. Gurri dell’Inail e, per Coldiretti Brescia, il presidente dr. Ettore Prandini. L’obiettivo di sviluppare e far crescere sempre più il valore della sicurezza valutando la materia non esclusivamente dal punto di vista legislativo, ponendo alla base dell’agricoltura di oggi i valori della trasparenza e della responsabilità, è stato tema di dibattito da parte delle tante aziende intervenute.

Dalla discussione con le istituzioni presenti, protagoniste principali della creazione di una reale cultura della sicurezza, è emersa la consapevolezza di un’agricoltura che deve saper coniugare gli interessi delle imprese agricole con quelli collettivi della società e dei consumatori e che non può che fondarsi su imprese agricole in cui le persone possano lavorare in condizione di benessere, innestando e facendo crescere il valore della sicurezza non solo nel posto di lavoro, ma anche nella Filiera agricola tutta italiana quale fulcro della rappresentanza di filiera di Coldiretti.

Come ha sottolineato il presidente di Coldiretti Brescia Ettore Prandini,  «L’impresa agricola deve farsi parte integrante del patto con il consumatore e garante sia della tutela della propria salute che di quella del cittadino-consumatore. Deve garantire la legalità e la salvaguardia dell’agricoltura multifunzionale e soprattutto garantire nel tempo uno sviluppo sostenibile dei territori. Perché la sicurezza è un valore, un comportamento e anche un vantaggio. La messa in sicurezza delle imprese agricole, in raccordo con le istituzioni sul territorio, è fondamentale per Coldiretti».

Sicurezza dunque, un impegno di Coldiretti per le imprese agricole: perché una filiera agricola tutta italiana firmata dagli agricoltori non può che nascere e crescere in aziende che interpretano la sicurezza come valore irrinunciabile a tutela delle persone, dei territori e dei consumatori.

da sinistra Vito Gurri dell'Inail il Presidente di Coldiretti Brescia Ettore Prandini e l'Assessore all'agricoltura Tomasoni

Progetto Clover, il 10/6 visita al parco del Ticino

Progetto Clover, il 10/6 visita al parco del Ticino

Corso per Distributori e Produttori Fitosanitari

Corso per Distributori e Produttori Fitosanitari

Seminari informativi per agricoltori custodi di biodiversità

SEMINARI INFORMATIVI PER AGRICOLTORI CUSTODI DI BIODIVERSITA'

Continuando con la navigazione in questo sito, accordi l'utilizzo dei nostri cookie. Approfondisci

Le impostazioni dei cookie in questo sito sono impostate su "permetti cookie" per permettere la migliore esperienza di navigazione possibile. Se continui l'utilizzo di questo sito senza cambiare le impostazioni del tuo browser o se clicchi su "Accetto" confermai l'autorizzazione di tali cookie.

Chiudi